Home-SORIG KHANG BOLOGNA - CENTRO NYIMA - V. Del Pratello 61 Bologna.

Home-SORIG KHANG BOLOGNA - CENTRO NYIMA -    V. Del Pratello 61 Bologna.
  flyer_conf

 

SORIG KHANG BOLOGNA - CENTRO NYIMA

SORIG KHANG significa "casa di guarigione" in tibetano e nello specifico dell'ambito salutistico all'uso della medicina tibetana e tutte le materie ad essa integrate  come le numerose terapie esterne, la geomanzia e l'astrologia,  il mantra healing, lo yoga Nejang, tecniche di purificazione energetica,  potenziamento E meditazione.

La Sorig Khang International è l'attesa nuova    realtà nell'evoluzione della IATTM come Fondazione che riunisce sotto lo stesso    cielo tutte le sedi mondiali.  

Sorig Khang Bologna - Centro Nyima nasce nel 2017 per la volontà degli studenti del corso di Medicina Tradizionale Tibetana, Sandro Piu e Patrizia Regnante, sotto la guida ed il benestare del Maestro, il 
DR. NIDA CHENAGTSANG.   Le attività si svolgeranno nel contesto della MTT nel lignaggio di  Yuthok Yonten Gonpo e del buddhismo vajrayana tibetano.  

Nejamg_novembre_2018

 

Il Centro Nyima  propone inoltre laboratori di Mindfulness e di hatha yoga. Si svolgono attività di psicoterapia individuale e di  gruppo. I  corsi in attivazione riguarderanno i corsi di "fondamenti di Medicina Tibetana", il  massaggio ku nye, lo Yoga tibetano Nejang e il Mantra Healing.


Sorig Khang Bologna - Centro Nyima è a Bologna in Via Del Pratello 61.
Per contatti:
sorig.bologna@gmail.com
Tel: 345 1156117

 

MEDICINA TRADIZIONALE TIBETANA

Il termine tibetano per indicare la medicina autoctona è SOWA RIGPA che può tradursi letteralmente con due differenti significati interdipendenti, come considerare le due facce di una stessa medaglia.  La prima traduzione è Scienza della Guarigione, riferita al sistema medico completo himalayano che si occupa di prevenire i disturbi e curare le patologie con un accurato programma stagionale e in funzione della personale tipologia energetica, considerando ogni essere unico ma inserito in un contesto sociale e ambientale aperto con il quale scambia incessantemente energia.


La seconda traduzione è Nutrimento per la Consapevolezza e si riferisce maggiormente all'aspetto mentale e spirituale della persona, alla radice primaria della malattia che origina dalla Non-Consapevolezza. Di  essa si nutrono emozioni disturbanti come il desiderio, l'ira e l'ignoranza che fomentate dai fattori esterni e grossolani pongono le condizioni per l'instaurasi della malattia. Nutrire la consapevolezza significa elevare la nostra mente ad uno stato mentale calmo e cosciente per lasciare andare gli atteggiamenti mentali disturbanti che generano sofferenza.

Nella MTT è fondamentale il concetto di Energia per spiegare come questa sia il ponte di comunicazione fra il fisico e la mente. Il mantenimento di un livello energetico in termini qualitativi e quantitativi ottimali significa mantenere l'equilibrio fra i componenti corporei e quelli mentali con il risultato della Salute nella sua accezione suprema del termine.